((((((--------- LA -----BUONA CUCINA----- E' UNA QUESTIONE DI FANTASIA DOVE L'INGREDIENTE --CON AMORE-- FA LA DIFFERENZA!!!--------))))))

CAKE DESIGNER
i dolci sono la mia passione
amo le farine alternative e sperimentare nuove ricette vegane e gluteen free
in questo blog vi posterò le ricette migliori

lunedì 29 marzo 2010

Ciambelle di Pasqua marchigiane (o strozzose) 2° versione




Oggi non potevano mancare le ciambelle di Pasqua visto che siamo entrati nella Settimana Santa... Ve ne regalo una!!!
Questa è una seconda versione ho modificato leggermente la ricetta della mia amica Fabi!! prendendo spunto con un'altra ricetta che ho visto sul web!
Sono davvero Ottime!! Da provare!!
Ingredienti:
10 uova
130 di zucchero
130 ml di mistrà
50 ml di olio
1 pizzico di sale
2 cucchiaini di lievito
buccia di limone grattugiata
farina q.b. (dipende dalla grandezza delle uova- io 1 kg e 100 gr circa)


procedimento:
impastare tutti gli ingredienti (io con la macchina del pane).
Dopo che avrete ottenuto una pasta simile a questa.


Mettere a bollire dell'acqua con un pizzico di sale e 1 cucchiaio d'olio, mettere a lessare le ciambelle quando l'acqua bolle, staccarle dal fondo e far riprendere il bollore circa 3 o 5 minuti.

Tirarle fuori e metterle ad asciugare su uno strofinaccio



inciderle tutt'intorno.

poi infornarle a 220C° per una decina di minuti,poi abbassare a 200C° fino a completa cottura .

A me sembrano davvero carine e buonissime.....mi piacciono un sacco!!!!
Sarà meglio regalarle altrimenti le mangio tutte!


27 commenti:

  1. Che strane non le avevo mai viste,carine però! Sarebbero da provare!

    RispondiElimina
  2. Ciao Katty, le ho fatte anche io settimana scorsa, mi piacciono da morire, oggi ne faro' altre che porterò a Dauly ed Ely per Pasqua, le tue sono perfette direi!!
    Un bacio carissima, non so se riuscirò a passare ancora, in questi giorni è il caos, intanto ti auguro una Pasqua bellissima.
    Sandra

    RispondiElimina
  3. Particolari...non le avevo mai viste.grazie per questa ricetta.

    buon inizio settimana.

    baci

    RispondiElimina
  4. Che bello!!! Una ricetta regionale.. le Marche offrono tantissimo!!! Buona Pasqua!!!
    Franci

    RispondiElimina
  5. fortunati chi le ricevera' in regalo...
    devono essere buonissime.. complimenti!!
    ciao Enza

    RispondiElimina
  6. Siii!Le conosco...sono buonissime!Proverò la tua ricetta!Un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  7. Buonissime!!!!!!! Ne agguanto un paio... bacioni e buon inizio settimana :-D

    RispondiElimina
  8. Che belle, non le conoscevo!!
    Bravissima ;)

    RispondiElimina
  9. w le tradizioni, bellissime e buonissime le ciambelle.
    a proposito , ti è avanzato qualche bacio di dama ? penso proprio di no ....troppo buoni!!!!
    ciao Reby

    RispondiElimina
  10. che belle, non le conoscevo! un bacione.

    RispondiElimina
  11. ces beignets ont l'air délicieux, j'adore
    bonne journée

    RispondiElimina
  12. CIAO..
    non le conosco..,ma ora grazie a te e con la tua ricetta le imparerò e le assaggerò mmmmm..
    una x assaggiarla ora..?
    ciao da lia

    RispondiElimina
  13. tem um premio para voce no meu blog

    http://kalenaartesmenores.blogspot.com/


    passe lá

    RispondiElimina
  14. io si che le conosco mi piacciono tantissimo!!!e poi non tutti le fanno buone!!!!le tue sembrano deliziose!
    ho provato a fare le tue, ma si sono rotte mentre le tiravo fuori dall'acqua, qualche consiglio?
    ora sono in forno, quando le provo ti dico il risultato finale!
    Ciao Ida

    RispondiElimina
  15. Ci credo che siano buone, io non credo di averle mai assaggiate. Come si mangiano? Cosi' al naturale oppure "pucciate" nel vino o ...???

    RispondiElimina
  16. (^_^) ciao Katty,per sono una novità assoluta a prima vista sembrano cotte al forno ed invece wow!!! fritte fantastiche (^_^) un abbraccio baci ♫♫♪♪♪

    RispondiElimina
  17. cia katty sono marchigiano e goloso oltre che appasionato di cucina non le avevo mai viste ma le ho subito fatte provate che dirti !grazie e spero in altre chicche del genere da parte tua ..tato

    RispondiElimina
  18. @: anonimo: Ciao! sono buonissime vero? è stato un piacere conoscerti!! Spero che ti piaceranno anche le altre mie ricette future!!a presto e Buona Pasqua!!

    RispondiElimina
  19. ciao Ida io non le faccio molto grandi per non romperle!! una mia amica le tira fuori con un coperchio... da provare!!! baci e buona Pasqua!!

    RispondiElimina
  20. anche se un pò malconce sono venute buonisssssime e finite in giornata!!!!!ovviamente un pò regalate...ma poche!grazie dei consigli!la prossima volta le farò più piccole o le tiro fuori con il coperchio!
    Auguri di una Felice Pasqua a te e famiglia.
    Ida

    RispondiElimina
  21. katty che piacere trovare il blog di una quasi compaesana!!!!allora ho una domanda per te.....ma le fave dei morti tu le sai fare???io sto cercando disperatamente la ricetta ma ne esistono un milione!

    RispondiElimina
  22. @Anonimo: ciao ma di dove sei? sono curiosa!!!! le fave dei morti non le ho mai fatte...mi spiace... uno di questi giorni ci proverò ...e le metterò sul blog ... sai c'è chi le preferisce morbide, chi dure...in effetti che ne sono molti tipi.... anche in pasticceria ce ne sono di tanti tipi!!! ciao a presto!!!katty

    RispondiElimina
  23. Ciao Katty, ho provato la ricetta delle tue ciambelle, sono venute molto bene. Io ne avevo una molto simile ma con l'ammoniaca. Comunque complimenti per la tua passione, che condivido, e per il tuo blog. Pensavo di farne uno anch'io per far conoscere le ricette tipiche marchigiane, in modo particolare maceratesi, tramandate da mia nonna e mia madre. A presto. AnnaR.

    RispondiElimina
  24. ciao Anna!! sono molto felice che ti sono venute bene!! se fai un blog mi raccomando fammelo sapere che passerò a trovarti mi piace da morire condividere le ricette... ciao a presto !!!!

    RispondiElimina
  25. hai visto ho provato anch'io a fare le tue ciambelle ...il sapore buonissimo solamente penso di averle incise un po poco perchè non sono venute tanto aperte..... ci riproverò ....... ciao un bacione

    RispondiElimina
  26. ciao mi chiamo primo e sono marchigiano anzi sono residente in provincia di fermo e quelle ciambelle sono originarie proprio della zona a cavallo tra le provincie di fermo e macerata, quindi quelle ciambelle per noi a pasqua sono pane quotidiano. un consiglio una volta cotte al forno spennellatele sopra e tutteintorno con una glassa di albume d'uovo e zucchero montato a neve, e poi sentite che specialita'.

    RispondiElimina

Per chi non è registrato, basta semplicemente posizionarsi su anonimo, scrivere il commento e non dimenticate la firma ! Katty

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails